Hockey Lna / Lugano, da non crederci: vince, ma resta sotto la linea

Hockey Lna / Lugano, da non crederci: vince, ma resta sotto la linea
Tre punti d'oro nella rincorsa al “play-off”, che al momento restano tuttavia preclusi causa concomitante successo esterno del FriborgoGottéron (4-1 a Berna, e santa pace, questa si chiama iella), sul conto di un Lugano incerottato e dai problemi interni tutt'altro che risolti, ma almeno capace di compattarsi quanto basta per stendere lo Zugo seconda forza del torneo. Dovere di cronaca impone di riferire quanto segue: a) 3-0 sì, ma definito solo tra il 56.13 (Jani Lajunen, 2-0 in “Alleingang”) ed il 57.35 (Maxim Lapierre, a porta vuota per richiamo oltremodo anticipato del portiere Sandro Aeschlimann in funzione del tentativo di rimonta in sovrannumero); b) 25 tiri contro 30 nel computo; c) goal decisivo al 29.34 grazie ad Alessio Bertaggia, e sino a quel momento ci si era annoiati alquanto; d) fatti salvi gli ultimi quattro minuti, Zugo in atteggiamento sin troppo prudente e manchevole di costrutto, al che si potrebbe anche pensare ad una strategia. Sole sette lunghezze fra la terza e la nona in graduatoria: da adesso in avanti, i punti da scontri diretti rischiano davvero di valere doppio. Gli altri risultati: Davos-Losanna 1-3; ServetteGinevra-Scl Tigers 3-5; RapperswilJona Lakers-BielBienne 2-6. La classifica: Berna 83 punti; Zugo 81; BielBienne, Scl Tigers, Losanna 68; Zsc Lions, AmbrìPiotta, FriborgoGottéron 62; Lugano 61; ServetteGinevra 58; Davos 33; RapperswilJona Lakers 26 (Losanna 42 partite disputate; BielBienne, Scl Tigers, FriborgoGottéron, Lugano, ServetteGinevra, RapperswilJona Lakers 41; Berna, Zugo, Zsc Lions, AmbrìPiotta, Davos 40).
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry