Bellinzona, 56enne denuncia: «Legato e rapinato in casa mia»

Bellinzona, 56enne denuncia: «Legato e rapinato in casa mia»
L'hanno bloccato, l'hanno minacciato, l'hanno obbligato a prendere posto su una sedia, l'hanno legato a quest'ultima e, si presume, l'hanno infine obbligato a rivelare il luogo in cui la vittima tenesse denaro e preziosi. Rapina dai contorni drammatici quella denunciata - in corso i riscontri da parte dell'autorità inquirente - da un 56enne sorpreso ed aggredito nel suo appartamento poco prima della mezzanotte di ieri, secondo sua testimonianza, da due malviventi manifestatisi a volto coperto. Come da ricostruzione fornita “in uno” da fonti di ministero pubblico, Polcantonale e Polcom Bellinzona, ad avvenuta esfiltrazione dei banditi il 56enne è riuscito a liberarsi o, quantomeno, a raggiungere faticosamente un apparecchio telefonico con il quale chiamare alcuni conoscenti che, a loro volta, si sono messi in contatto con le forze dell'ordine. Ignota l'entità del preteso bottino; dinamica dell'episodio in via di definizione con puntuali riscontri alle affermazioni del 56enne; nessun ferito. “Dossier” di inchiesta nelle mani della procuratrice pubblica Marisa Alfier.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry