Colpo di stiletto / Più che la protesta poté la... quattro stagioni

Colpo di stiletto / Più che la protesta poté la... quattro stagioni
Episodi assai sgradevoli, ieri in varie città italiane da Torino a Roma a Catanzaro a Palermo, durante le manifestazioni studentesche in dichiarata rivendicazione del diritto allo studio: dati alle fiamme, per esempio, i manichini raffiguranti Luigi Di Maio e Matteo Salvini, entrambi vicepresidenti del Consiglio nel Governo guidato da Giuseppe Conte. Proteste indirizzate formalmente contro i tagli finanziari - la cui esistenza è in realtà negata dai membri dell'Esecutivo in carica - ma da ricondursi primariamente sia alla prevista introduzione di sistemi di sicurezza e di controllo contro la criminalità sia alla presenza di edifici vetusti e di dotazioni insufficienti. Non clamorosi, al di là delle intemperanze, i numeri dei partecipanti ai cortei, parte dei quali scioltisi dopo i primi “slogan”: sarà per questo che sul “Televideo” delle emittenti tv dell'area “Mediaset” è comparso - vedasi in immagine: sta scritto questo - il titolo “Studenti in pizza”?
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry